ITS Machina Lonati Brescia Ateneo della Moda

ITS Rassegna Stampa

14/07/2011: DESIGN SOSTENIBILE? A BRESCIA ARRIVA UNA NUOVA SCUOLA PER SUPER-TECNICI

FONTE: Il Giorno

Qualificati, creativi, tecnologici: a Brescia sono in arrivo i super-tecnici. Da settembre, infatti, partirà l’Istituto Tecnico Superiore per le Nuove Tecnologie per il Made in Italy Machina Lonati, una scuola biennale post-diploma che offre agli studenti tre corsi di alta formazione tecnica: stilista tecnologico (creazioni di moda con l’utilizzo di nuove tecnologie), marketing per l’internazionalizzazione d’impresa e progettista di design sostenibile (oggetti e arredi con materiali a basso o nullo impatto ambientale). La scuola nasce grazie alla Fondazione ITS Machina Lonati, composta dall’Istituto Canossa, Cooperativa Foppa, Accademia SantaGiulia, aziende Lonati e Santoni, Provincia e Fondazione Adele e Cav. Francesco Lonati. "L’ITS è un’alternativa all’università e nasce dall’esigenza delle aziende — spiega Marco Lonati, presidente della Fondazione — di assumere personale con un know how specifico". Di Istituti Tecnici Superiori, in Italia ce ne sono 59, di cui 7 in Lombardia. Il Machina Lonati sarà il primo in provincia di Brescia. "Brescia — commenta Giovanni Lodrini, vice-presidente della Fondazione — ha avuto un ruolo fondamentale nella nascita degli ITS: sono stati pensati sulla base dell’esperienza di Machina, lo storico istituto tecnico bresciano". Brescia può anche fregiarsi di un altro primato: i tre corsi del Machina Lonati sono un unicum in Italia. "Si configura insomma come un’eccellenza — spiega l’assessore provinciale, Aristide Peli, che avrà un ruolo nel Consiglio di indirizzo della Fondazione — che attirerà studenti almeno da tutta la Lombardia". Accedere non sarà semplice: per ogni corso ci sono solo 20 posti. "Per iscriversi — spiega Maurizio Castrezzati, dirigente del Canossa e membro del consiglio di indirizzo — bisogna essere diplomati e superare dei test di lingua e informatica". La scuola sarà cofinanziata dalla Fondazione, 140mila euro, e da Stato e Regione, che copriranno rispettivamente il 70% e il 30% dei costi. La tassa annua sarà di 3.500 euro per i corsi di marketing e design sostenibile, mille per il corso di stilista tecnologico. Al termine del percorso sarà rilasciato un diploma che consentirà di accedere anche ai concorsi pubblici. "La Fondazione — spiega il professor Eugenio De Caro, coordinatore progetti Cooperativa Foppa — rilascerà un titolo statale: è la prima volta che lo Stato delega ai privati in un ambito cruciale come l’istruzione".