Realizzato con il sostegno di Unione europea

Fabio Falcetta si racconta

Fabio Falcetta si definisce consulente d’immagine e fashion designer, classe 1953. Oggi si occupa di consulenza nelle aree di Stile, Immagine e Prodotto.

Durante l’incontro con noi studenti, la parole di Fabio Falcetta, ci hanno permesso di riflettere:

“Le cose sono cambiate molto rispetto a quando ho iniziato io. Un tempo era facile cambiare carriera, ora è meglio fare scelte precise. Penso che ognuno di noi è un pozzo, che se non viene alimentato prima o poi si asciuga”.

I corsi associati

Calzedonia

District Manager 4.0

Fabio ci ha raccontato la sua storia e la sua esperienza, fatta di moltissimi sacrifici, voglia di imparare dai grandi e di guardare avanti, senza mai darsi per vinto o arrendersi.

Figlio e nipote di sarti molto noti sul Lago Maggiore, Fabio Falcetta, senza l’intenzione di fare lo stesso lavoro, si iscrive a scienze politiche: una scelta senza dubbio interessante vista la professione che svolgerà.

Dopo le prime esperienze durante l’università, per avere in tasca qualche lira, inizia a lavorare nel campo della moda, dove per i primi anni, durante la nascita degli showroom, è un “semplice” rappresentante.

Nella foto, Fabio Falcetta

Fa grandi passi avanti e arriva ad occuparsi della distribuzione per alcuni importanti marchi come Zegna, Fendi, Valentino, Missoni e Krizia Uomo.

All’età di 32 anni gli viene offerta un’occasione più unica che rara: lavorare con lo stilista Jean Paul Gaultier. Fabio lo reputa un genio, un creativo dalle straordinarie capacità e con grande cultura artistica. Decide di cogliere al volo l’opportunità! 

Gaultier aveva capito il momento sociale e compreso la volontà della donna di emanciparsi, raggiungere l’uomo. La donna era pronta a rinunciare alla propria bellezza e raggiungere posizioni che al tempo erano proprie del sesso maschile. 

Così Gaultier, proprio in quel periodo, plasma questa donna manager, sempre più attraente, caratterizzata da linee e curve morbide. Negli anni ’90, con la collaborazione di Fabio Falcetta, Jean Paul Gaultier vende più di Gucci. È un successo enorme e senza precedenti.

Fabio termina la sua carriera con Jean Paul Gaultier dopo 15 anni. 

Nella foto, Jean Paul Gaultier

Assunto da Montedoro, oltre ad occuparsi della vendita, lavora come consulente stilistico nella creazione di una linea vendibile e vincente. 

Dentro di lui inizia a balenare un’idea: “Io non sono Gaultier. I giapponesi con cui ho lavorato dicevano che bisogna guardare al mercato e rispondere alle sue esigenze. Se sei un genio, puoi dettare tu i tempi, fregandotene delle altre tendenze, ma se sei un “umano” è meglio utilizzare un altro sistema: studiare il mercato e vedere dove ci sono delle possibilità di crescita”.

Fabio inizia a ragionare sul concetto di marketing creativo.

Nello scatto, Fabio Falcetta durante l'incontro con gli studenti del corso di Calzedonia District Manager 4.0 di ITS Machina Lonati

È a questo punto della sua carriera che crea la sua prima collezione

Come? Applicando una tecnica utilizzata già da Gaultier: andare nei mercatini, riprendere ciò che è storico e vintage, ma che ha caratteristiche adatte all’attualità

Non si tratta di copiare, ma di studiare e rinnovare.

Ora Fabio lavora con Kiton: la più grande sartoria del mondo, in cui lavorano oltre 800 persone, delle quali più di 300 hanno l’ago in mano.

Nell'immagine, una delle collezioni di Kiton

Il sistema moda è molto complesso, così come la storia di Fabio Falcetta, che è un esempio di versatilità e di continua evoluzione

Spesso si vede solo la punta dell’iceberg: la fotografia del successo dei designer, le modelle e le copertine patinate, ma alle spalle di ogni grande collezione o idea di successo c’è tanta fatica e molta determinazione.

Il consiglio che Fabio ha lasciato a tutti noi è quello di imparare qualcosa di utile, fare ciò che piace ed appassiona, ma non rinunciare a studiare e a capire cosa serve al mercato: sapere cosa fai e perchè lo stai facendo, non copiare, ma essere sempre informato!

Gurpreet Singh
I anno del corso di Calzedonia District Manager 4.0


Nella foto, Falcetta posa con gli studenti dopo l'incontro. 

Condividi su: