Realizzato con il sostegno di Unione europea

UN ASSAGGIO DI VITA REALE

Siamo giunti alla fine di questo percorso e di questa annualità 2017/2019, perciò è ora di fare dei bilanci!

Abbiamo intervistato alcuni dei nostri studenti, alla vigilia della fine del loro percorso di stage e ormai prossimi al loro diploma. Questi ultimi mesi hanno visto i ragazzi del II anno impegnati per 700 ore all’interno di aziende del settore, dove hanno potuto confrontarsi con il mondo dell’impresa e qualche volta anche scontrarvisi per crescere ed imparare.

Là fuori nel mondo del lavoro non è sempre tutto bello e luccicante, anzi.
Grazie al sapiente supporto dei tutor aziendali e con un po’ di fortuna, però, tutti gli studenti sono stati in grado di portarsi a casa un piccolo o grande zaino, colmo di esperienze, competenze e, in qualche caso, anche di un contratto di lavoro fresco fresco di stampa!

Nella cover, Aurora Agnino durante una presentazione agli imprenditori

I corsi associati

Marketing

e comunicazione

per le imprese di moda

Stilista

tecnologico

BEATRICE GAFFURI - MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE IMPRESE DI MODA

Sono Beatrice Gaffuri e ho svolto lo stage presso l’agenzia creativa digitale Gummy Industries, a Brescia.

Com’è stato l’impatto con il mondo del lavoro in azienda?
Non avendo mai fatto esperienze lavorative in passato, all’inizio sentivo un po’ di pressione, ma grazie all’ambiente che si può trovare all’interno dell’agenzia, non ho avuto alcun problema ad ambientarmi e a svolgere i compiti che mi venivano assegnati.

Una cosa divertente che ricorderai di ITS?
Sicuramente le uscite formative come quelle a Berlino o a Jesolo, che mi hanno permesso di creare un gruppo di amici inseparabile.

Dove ti vedi tra cinque anni?
Fra cinque anni mi vedo una donna realizzata, che conduce una vita serena e svolge un lavoro che le piace, magari all’interno di una casa di moda o aprendo una propria attività indipendente.

ENZA LOVISI - ACCESSORI PER LA MODA

Sono Enza Lovisi e ho svolto lo stage presso il bottonificio Vamp Viola srl.

Un punto a favore e uno che, se tornassi indietro, vorresti cambiare dell’esperienza di stage o dell’ambiente di lavoro?
Il punto a favore è stato assolutamente la possibilità di esprimermi che mi è stata offerta: non pensavo mi avrebbero permesso di esternare esattamente ciò che volevo.
Cambierei, invece, il modo che ho avuto di pormi all’interno dell’ambiente aziendale: devo imparare ad essere più incisiva!

Una cosa divertente che ricorderai di ITS?
Mi è piaciuto partecipare alla sfilata di fine anno. Credevo che non ce l’avrei fatta, che non ci sarei riuscita, anche se può sembrare banale. Grazie alla complicità delle compagne di corso, però, ho accettato la sfida e superato l’ostacolo che sembrava insormontabile.

Cosa pensi che ti abbia dato ITS, a livello di esperienze e di competenze che prima non possedevi?
Mi ha dato la possibilità di mettermi in gioco e di esprimere me stessa in diversi progetti.
Ho potuto rappresentate esattamente ciò che pensavo e ritenevo essere utile ed ho acquisito dimestichezza nel portare a termine ogni tipologia di lavoro.

DEBORA ROSSONI - MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE IMPRESE DI MODA

Sono Debora Rossoni e ho svolto lo stage in Milklab, un’agenzia di comunicazione con sede a Coccaglio, Brescia.

Com’è stato l’impatto con il mondo del lavoro in azienda?
Inizialmente mi sentivo disorientata, non conoscevo la struttura, le persone e nemmeno le mansioni che avrei dovuto ricoprire. Ero un po’ spaventata, ma subito dopo qualche giorno, inaspettatamente mi sentivo già parte del team Miklab. La paura si è trasformata in una grande voglia di acquisire il maggior numero di competenze e di dare il meglio delle mie capacità.
L’esperienza di stage consente di maturare a livello professionale, ma soprattutto a livello personale. Porta ad essere più responsabili ed autonomi.

Cosa pensi che ti abbia dato ITS, a livello di esperienze e di competenze che prima non possedevi?
ITS mi ha aiutata a superare i miei limiti, tra cui quello di farmi conoscere rapidamente a persone che non sanno nulla di me.
Mi ha dato gli strumenti per relazionarmi in maniera efficace con docenti professionisti e, soprattutto, mi ha insegnato che impegno e sacrifici ripagano sul serio.
Mi sono state date molte nozioni tecniche in merito a diversi temi che si sono rivelate utili durante il periodo di stage e che saranno sicuramente d’aiuto anche in futuro.

ANDREA CORBELLINI - ACCESSORI PER LA MODA

Sono Andrea Corbellini e ho svolto il mio stage da Omar Chiarini Studio, un fashion designer.

Un punto a favore e uno che, se tornassi indietro, vorresti cambiare dell’esperienza di stage o dell’ambiente di lavoro?
Il punto a favore dell’esperienza è stata la diversità dei compiti che ho dovuto svolgere, dal disegno di accessori, a lavori grafici fino all’ideazione di una collezione di abbigliamento. Quello che cambierei, forse, è la discontinuità delle mansioni: a volte non avevamo lavori “corposi” da fare, ma non è un fattore su cui si può influire dato che varia in base alle richieste dei clienti.

Com’è stato l’impatto con il mondo del lavoro in azienda?
Inizialmente ero un po’ emozionato perché era un settore lavorativo nuovo di cui non conoscevo bene le dinamiche e le tempistiche, poi mi sono abituato, anche con l’aiuto di Omar che sicuramente mi ha illustrato e spiegato le varie mansioni in modo chiaro. Nel complesso è stato piacevole.

Cosa pensi che ti abbia dato ITS a livello di esperienza e di competenze che prima non possedevi?
Ho imparato a usare Photoshop e Illustrator, oltre che a capire la costruzione di un accessorio semplicemente osservandolo.

AURORA BASSAN - STILISTA TECNOLOGICO

Sono Aurora Bassan e ho svolto lo stage presso il centro riparazioni “la Fata Cucirina”.

Cosa pensi che ti abbia dato ITS, a livello di esperienze e di competenze che prima non possedevi?
Prima di ITS ho frequentato un liceo artistico, pertanto posso dire che le mie conoscenze nel campo dell’abbigliamento fossero molto limitate.
ITS mi è stato utile per avere un’infarinatura riguardo a tessuti, cicli produttivi, tutta una serie di conoscenze tecniche indispensabili a mettere in pratica la propria creatività in maniera competente e mirata al settore di riferimento.

Una cosa divertente che ricorderai di ITS?
Ricorderò sicuramente il bellissimo clima di confidenza che si è creato tra gli studenti e il personale di ITS. La classi, infatti, sono composte da poche persone ed è molto facile, quindi, che si creino rapporti stretti, in particolare con i tutor.

Dove ti vedi tra cinque anni?
Tra cinque anni mi vedo come una libera professionista, magari come consulente per qualche stilista nella ricerca di decorazione dei capi, o come stylist per qualche label indipendente.

IRENE PEROBELLI - MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE IMPRESE DI MODA

Sono Irene Perobelli e ho svolto il mio stage da Happy Brain srl, una digital agency.

Cosa pensi che ti abbia dato ITS, a livello di esperienze e di competenze che prima non possedevi?
ITS mi ha permesso di fare esperienze che non avrei mai pensato di provare: uno shooting fotografico a Berlino, un progetto ad H Farm.
Posso sicuramente dire di avere ampliato la mia visione nei confronti del mondo del lavoro, conoscendo e approfondendo moltissimi campi.

Dove ti vedi tra 5 anni?
Vorrei lavorare a contatto con il pubblico, magari in ambito organizzativo, in una grande azienda.

Com’è stato l’impatto con il mondo del lavoro in azienda?
Ho avuto un impatto improntato sulla tecnologia, dove il focus era su computer e social.
Ho visto un mondo professionale, serio e basato su scadenze di consegne di progetti. Non è stata la mia prima esperienza lavorativa, ma sicuramente è stata una realtà molto diversa in termini di organizzazione e professionalità da quelle con cui mi ero relazionata fino a quel momento.

LAURA PALEARI - ACCESSORI PER LA MODA

Sono Laura Paleari e ho svolto lo stage presso Gilmar Divisione Industria Spa che si occupa di produrre e distribuire marchi di abbigliamento di proprietà.

Com’è stato l’impatto con il mondo del lavoro in azienda?
L'inizio è stato “spiazzante”. Bisogna entrare nell'ottica lavorativa aziendale del mondo moda, che è differente rispetto ad altri settori e, sotto certi punti di vista, più complessa e articolata

Cosa pensi che ti abbia dato ITS, a livello di esperienza e di competenze che prima non possedevi?
Per quanto riguarda il mio caso, ITS mi ha fornito tutte le nozioni e le competenze pratiche, poiché non provengo da un percorso di studi che riguarda la moda.
Inoltre sono molto importanti le esperienze professionali che ci sono state riportate e raccontate da docenti e ospiti che lavorano da anni nel settore moda.

ALESSIA MARIA PALMIERI - STILISTA TECNOLOGICO

Sono Alessia Maria Palmieri e ho svolto il mio stage presso Daniela Della Valle spa, un marchio di moda

Un punto a favore e uno che, se tornassi indietro, vorresti cambiare dell’esperienza di stage o dell’ambiente di lavoro.
Ho fatto diversi lavori da Daniela della Valle e questo mi ha aiutata a capire ancora di più i vari ruoli che in un’azienda possono esserci e questo è sicuramente un punto a favore.
Inoltre sono stata fortunata perché ho trovato dei colleghi disponibili e simpatici, quindi nell’ambiente di lavoro si è instaurato un clima sereno che mi permetteva di andare volentieri al lavoro, senza avere nessun timore o ansia.
La stessa Daniela la maggior parte del tempo stava nel nostro ufficio, ed è sempre stata pronta ad ascoltare ogni stagista. In questo ultimo periodo, ad esempio, mi è stata data la possibilità di farmi affiancare da una stagista proveniente dalla Russia a cui dovevo spiegare cosa fare. Abbiamo condiviso molti momenti insieme e collaborato in team per scambiare punti di vista e idee.
Durante la mia esperienza ho aiutato, nella maggior parte del tempo, la coordinatrice dell’ufficio stile nella gestione dei vari articoli e mi sarebbe piaciuto disegnare qualcosa per la collezione.

Dove ti vedi tra cinque anni?
Il mio inizio di carriera è proprio adesso, con la fine dell’ITS.
Ho ancora tanto da imparare. Mi piacerebbe fare un’esperienza all’estero, in un’azienda di moda, per arricchire il bagaglio delle conoscenze nel settore, confrontandomi con persone esperte.
Il mio sogno sarebbe quello di aprire una mia linea di abbigliamento, o comunque fare la stilista per una grande azienda. Tra cinque anni vorrei essere nell’ufficio stile di un’azienda a disegnare la nuova collezione Autunno/Inverno 2025.

SABRINA PELI - MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE IMPRESE DI MODA

Sono Sabrina Peli e ho svolto lo stage presso due aziende differenti: Showroom Papaveri che si occupa di distribuzione multibrand e Rinascente spa, il departement store più celebre d'Italia.

Com’è stato l’impatto con il mondo del lavoro in azienda?
Avendo già lavorato, l’impatto non è stato particolarmente duro. Sicuramente entrare in Rinascente mi ha fatto capire come l’organizzazione sia importante, così come la flessibilità e la precisione.

Dove ti vedi tra 5 anni?
Sono una persona molto ambiziosa. Proprio per questo motivo, vorrei riuscire a realizzare il mio sogno di essere buyer.

Cosa pensi che ti abbia dato ITS, a livello di esperienza e di competenze che prima non possedevi?
Sicuramente molte nozioni a livello di moda, così come a livello di marketing.
Grazie a queste, quando mi siedo ad un tavolo di esperti per il mio lavoro, riesco quasi sempre a capire di cosa si sta parlando.

ELEONORA FRASSINE - ACCESSORI PER LA MODA

Sono Eleonora Frassine e ho svolto lo stage presso SOKS, un brand che si occupa di calze a Travagliato.

Dove ti vedi tra cinque anni?
Tra cinque anni mi vedo in un ufficio grafico a fare esattamente quello che sto facendo oggi: grafica per la moda!

Una cosa divertente che ricorderai di ITS.
Le lezioni indimenticabili con il professor Bonometti e sicuramente la gita del I anno a Parigi.

Cosa pensi che ti abbia dato ITS, a livello di esperienza e di competenze che prima non possedevi?
Sicuramente l’ITS mi ha insegnato a sviluppare un progetto completo; dall’idea, ai disegni, al prototipo, alla relazione scritta in modo tecnico, alla realizzazione di esso. Mi ha permesso di entrare in una realtà lavorativa diversa dalle altre, ma, sopratutto, una realtà lavorativa che mi piace e mi si addice!

AURORA AGNINO - STILISTA TECNOLOGICO

Sono Aurora Agnino e ho svolto lo stage da Moncler.

Com’è stato l’impatto con il mondo del lavoro in azienda?
Pur avendo già mosso qualche passo nel mondo del lavoro in precedenza, entrare in contatto con un’azienda di tale portata, così dinamica, veloce e dagli standard elevati, è stata un’esperienza impegnativa.
Di certo mi sono sentita messa alla prova, sia lavorativamente che a livello personale e umano, ma in maniera del tutto positiva e di incentivo per il futuro.

Cosa pensi che ti abbia dato ITS, a livello di esperienza e di competenze che prima non possedevi?
ITS mi ha dato in primis la cosa più importante di tutte: la possibilità di capire quale fosse la strada più giusta per me, una possibilità nel mondo della moda e i mezzi per poterci riuscire.
In secondo luogo, un’esperienza di stage che mi ha arricchita notevolmente e delle competenze tecniche di base, grazie alle lezioni variegate (tecnologia tessile, merceologia, maglieria ecc.), che sono fondamentali nel mondo del lavoro.

GIORGIA BONERA - MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE IMPRESE DI MODA

Sono Giorgia Bonera e durante lo stage ho lavorato presso Areadocks, uno spazio multifunzionale a Brescia.

Un punto a favore e uno che, se tornassi indietro, vorresti cambiare dell’esperienza di stage o dell’ambiente di lavoro?
Un punto a favore è stato quello di aver avuto due tutor che mi hanno dato fiducia aprendomi il loro mondo a 360° e che fin da subito mi hanno inserito nel loro team facendomi sentire a mio agio e parte integrante di un gruppo.
Un altro aspetto positivo è sicuramente quello di aver vissuto esperienze anche fuori dall’azienda: il Pitti a Firenze, l’incontro con i fornitori e le visite agli showroom sono tutti momenti che mi hanno aperto gli occhi e permesso di ottenere una visione completa di tutte le sfaccettature del mondo della moda.
Non vorrei cambiare nulla perché ho vissuto questa esperienza in modo serio e concreto, ho cercato di prendere ogni difficoltà come pretesto per crescere.

Dove ti vedi tra 5 anni?
Dietro la scrivania della mia agenzia di marketing e stile, con alle spalle esperienze lavorative di vario genere e di certo un’esperienza all’estero!

ERIKA TONOLINI - STILISTA TECNOLOGICO

Sono Erika Tonolini e ho svolto lo stage presso l’azienda Pontoglio spa, che si occupa di produzione di diverse tipologie di velluto e fustagno.

Cosa pensi che ti abbia dato ITS, a livello di esperienza e di competenze che prima non possedevi?
ITS Machina Lonati mi ha permesso di scoprire alcune sfumature del mondo della moda che prima non conoscevo, perciò il fatto che nel corso vengono proposte tante materie diverse ha sicuramente aiutato ad accrescere il bagaglio culturale e di conoscenza di ognuno.
Inoltre, credo che quest’esperienza sia stata utile soprattutto a permettermi di consolidare conoscenze che già avevo acquisito in precedenza, aiutandomi a prendere più sicurezza delle mie capacità.
Se prima la moda era solo una passione, con ITS ho capito che sarà il lavoro che vorrei svolgere per tutta la vita.

Com’è stato l’impatto con il mondo del lavoro in azienda?
Il passaggio dalle lezioni al lavoro in azienda è stato molto sorprendente.
La differenza la si nota sin da subito: i ritmi con cui si svolgono le giornate diventano molto più frenetici, la mole di lavoro aumenta, in più si aggiungono concentrazione e responsabilità costanti. Finché si è studenti si ha la percezione che l’unico dovere sia quello di prendere un buon voto agli esami. Nel mondo del lavoro, invece, è tutto diverso, ci si ritrova a dover dimostrare a noi stessi e agli altri quello che abbiamo appreso durante gli anni e quanto valiamo come persone e come professionisti.

Beh, anche questi ragazzi sono giunti alla fine del loro cammino in ITS Machina Lonati, dove si diplomeranno questa estate, e posso dirvi per certo che, nonostante alti, bassi, stress, soddisfazioni, momenti divertenti e qualche porta in faccia, dopo l’esperienza di tirocinio, tornare tra i muri di via Tommaseo, nonostante il caldo, farà sentire tutti come rientrare a casa!

Alice Cherubini

Web Content & Social Media
ITS Machina Lonati 

Condividi su: