Realizzato con il sostegno di Unione europea

Cuore, talento e onestà: le 3 parole chiave del successo di Alessandro Squarzi

Oggi è icona di stile e imprenditore, ma non è nato influencer!

Alessandro Squarzi, classe 1965, è un imprenditore e talent scout, ma anche influencer, con quasi 200.000 follower su Instagram, padre di famiglia, collezionista (soprattutto di capi e accessori vintage) e molto altro.

MA PARTIAMO DALL'INIZIO.

Squarzi nasce a Forlì, in Emilia Romagna, da mamma casalinga e papà macellaio, uomo di classe ed importante figura di riferimento per Alessandro.
Vista la poca voglia di studiare, entra subito nel mondo del lavoro, e, tra un’esperienza lavorativa e l’altra, Squarzi capisce rapidamente che la strada giusta per lui è quella del venditore, più di preciso nell’ambito della moda.

Quello che è chiaro per Alessandro è che non ha nessuna intenzione di accontentarsi, facendo ciò che il padre gli consiglia, quindi nè continuare a portare avanti l’attività di macellaio, nè tantomeno lavorare come meccanico, sua prima esperienza, durata giusto il tempo di capire che non era assolutamente il lavoro fatto per lui.

I corsi associati

Marketing

e comunicazione

per le imprese di moda

L'Aula Magna di ITS gremita durante l'incontro.
 

La fame di indipendenza e crescita personale, e l’atteggiamento che da sempre lo contraddistingue come uomo, lo hanno portato, passo per passo, a trovarsi dov’è ora, senza mai lasciarsi sopraffare dai “no” ricevuti.

Quello che ha costruito Squarzi, infatti, non è stato fatto nè dall’oggi al domani, nè tantomeno era stato ragionato al tempo: si tratta di tante piccole opportunità, unite tra loro da passione e motivazione, e ovviamente anche un pizzico di fortuna.

Da destra a sinistra: Massimiliano Alvsi e Alessandro Squarzi _ Ph: Laura Tonin per ITS Machina Lonati


La fortuna, ad esempio, salta fuori circa 12 anni fa, quando durante il Pitti viene fermato da un signore “basso e americano”, che poi scopre essere Scott Schuman, fotografo del blog “The Sartorialist”.

Da questo momento inizia a farsi conoscere in tutto il mondo non più soltanto come imprenditore, ma come influencer vero e proprio: i ragazzi prendono spunto dal suo modo di vestire, dallo stile di vita, e capiscono che il personaggio di Alessandro Squarzi non solo è interessante, ma è un vero e proprio modello da seguire.

Ciò che negli anni ha delineato il suo stile rispetto a tutti gli altri è proprio il fatto che non è mai mutato nel tempo, sia nel vestiario che, soprattutto, nel modo di vivere, tantomeno quando ha iniziato a diventare popolare sui social network, e lo dimostra una foto risalente a più di 25 anni fa, dove in sella ad un Harley Davidson indossa il suo classico jeans bianco.

Alessandro Squarzi _ Ph: Hooncheol KO


La grinta, la voglia di raggiungere l’obiettivo, ma soprattutto lo spirito di iniziativa innato, hanno portato Alessandro a percorrere la strada che sta attraversando, e la certezza è che, oltre agli obiettivi prefissati, di programmato non c’era niente: l’uomo che molti conoscono per i migliaia di follower che lo seguono su Instagram, in realtà sui social ci passa giusto un paio d’ore, non accetta i prodotti che gli vengono inviati dalle aziende, e non è pagato per pubblicare i contenuti, caratteristiche principali dell’influencer per come lo conosciamo tutti.

Tutto quello che gli è capitato è arrivato grazie alla passione, senza dover dimostrare niente a nessuno se non a sè stesso, e ha semplicemente seguito il suo cuore, facendo ciò che si sentiva di fare.

Alessandro Squarzi in solo un paio d’ore ci ha insegnato, oltre a qualche consiglio sull’essere imprenditori, quanto sia ancora importante, come valore, essere sè stessi, e come questo ripaga sempre... prima o poi.

Benedetta Venieri
II anno del percorso di Marketing e Comunicazione per l'internazionalizzazione

Condividi su: