Realizzato con il sostegno di Unione europea

ReThink Filoscozia

Una collaborazione Machina Lonati e Filmar

ReThink Filoscozia® è il progetto nato dalla sinergia tra l’Ateneo della Moda Machina Lonati e Filmar, azienda bresciana che produce e commercializza filati a base cotone di qualità superiore e di esclusivo gusto “Made in Italy”, con una grande attenzione nei confronti dei giovani talenti.

Il punto di partenza da cui tutto è scaturito è il marchio Filoscozia® e l’obiettivo è chiaro: dare una nuova veste giovane, creativa e dirompente ad un filato pregiato normalmente associato a creazioni classiche e tradizionali. L’iniziativa è stata pensata per fornire ai giovani designer conoscenze legate ai temi della sostenibilità coniugate con l’alta qualità della materia prima e di tradurre quanto appreso in progetti reali da presentare al mondo della moda.

Partendo dalle cartelle colore Filoscozia e da un accurato brief di Filmar, i 24 studenti del percorso in Stilista Tecnologico dell’Ateneo della Moda hanno lavorato per alcune settimane al progetto.

Il risultato sono stati 24 progetti innovativi e funzionali per altrettanti moodboard d’ispirazione che hanno portato all’ideazione di diverse collezioni di calze. Svariati i temi: dallo Steam Punk al mondo arabeggiante de Le Mille e una Notte, dai Videogame “Arcade” fino allo spazio interstellare. Filmar ha costituito una piccola commissione di valutazione che ha selezionato le proposte più interessanti e “alternative”: diverse le interpretazioni di Filoscozia® che spaziano da nuove versioni di “calze non calze”, fino ad “over” insoliti ma ugualmente funzionali, dalle textures e dai volumi che esaltano la qualità certificata di Filoscozia®.

L’originalità delle proposte creative ha aperto una nuova collaborazione: visionati i progetti, infatti, Calzedonia ha deciso di diventare partner dell’iniziativa e di affiancare Filmar nella realizzazione dei prodotti, che sono stati presentati in anteprima durante Pitti Filati 2018, presso lo Stand di Filmar.

I PROGETTI VINCITORI

I 5 studenti dei progetti vincitori hanno quindi avuto la possibilità di seguire passo dopo passo le fasi di realizzazione delle proprie creazioni, dal disegno attraverso l’utilizzo di particolari software, fino al trasferimento in macchina per la campionatura e i prototipi.

Luigi Cazzoletti, Debora Romeo, Monica Guerini, Giorgia Sbruzzi e Lisa Vesentini sono rimasti piacevolmente colpiti dall’altissima qualità dei filati e dalla sua naturale caratteristica di lucentezza e resistenza, oltre alla freschezza e al comfort che assicura.

Sperimentare in prima persona una materia prima così pregiata, ha contribuito a far si che i progetti siano risultati tutti unici e particolari e li ha inoltre sensibilizzati sul tema dell’eco-sostenibilità. Secondo Luigi Cazzoletti “è finita l’epoca in cui la moda era solo vestirsi bene, oggi più che mai è cultura, arte e può influenzare moltissime persone portandole verso un atteggiamento più etico e corretto”.

Un progetto molto interessante utile a rilanciare un filato dall’altissima qualità, oltre a rendere giustizia ad un accessorio come la calza, che sempre di più risulta un dettaglio che può fare la differenza in qualsiasi tipo di look.

I corsi partecipanti

Stilista

tecnologico

Con la collaborazione di

Filmar